"Barbara, volontaria sempre col sorriso"

Il ricordo della Croce Rossa di Casina, nel reggiano, dove prestava servizio la 53enne morta nel Rally del Veneto

Faceva anche la volontaria alla croce rossa di Casina, Barbara Incerti. Il presidente del comitato di casina, Andrea Soncini, la ricorda col sorriso, sempre pronta ad aiutare chi è difficoltà.
Davanti al suo forno sono stati lasciati fiori, i social sono pieni di messaggi d'affetto. La 53enne di Carpineti, primo appennino reggiano, che ha perso la vita nel rally del Veneto, a Badia Calavena, nel veronese. Barbara era la navigatrice del suo compagno, Nicola Cassinadri, pilota alla guida della Peugeot storica che è uscita di strada a una curva ed è finita in una scarpata dopo un volo di diversi metri. Avevano la passione per i motori, Barbara e Nicola. Lui, 50 anni, residente a Castelnovo ne' Monti, è ricoverato all'ospedale veronese di Borgo Trento. Non è in pericolo di vita. 

 

Il servizio di Sara Scheggia (montaggio Stefano Buganè) con l'intervista al presidente della Cri di Casina (Re) Andrea Soncini.