Camorra, maxi-sequestro della Guardia di Finanza

E' il patrimonio, già sotto confisca, di un imprenditore che riciclava denaro per la criminalità organizzata. A Russi (Ra) sigilli a un complesso di 77 immobili

Ci sono 12 società, 16 autoveicoli, 37 rapporti finanziari e 639 immobili e terreni, ubicati nelle province di Bologna e Ravenna, ma anche a Napoli, Benevento, Caserta, Latina e Sassari. 

Sono i beni, del valore complessivo di oltre 290 milioni di euro, sequestrati dalla Guardia di Finanza di Napoli e Bologna. 

C'è anche un grande complesso di 77 immobili a Russi, in provincia di Ravenna.

Si tratta di un nuovo sequestro, per pericolosità sociale, su beni già confiscati e appartenenti di un imprenditore ritenuto vicino a importanti esponenti della camorra per la quale, per molti anni, ha riciclato denaro attraverso fittizie intestazioni di beni. 

 

Nel servizio di Serena Biondini la voce del Comandante del nucleo di polizia economico-finanziaria di Bologna Fabio Ranieri.

Montaggio di Dario Collina