Gessica Notaro: "'Garantire la scorta alle vittime di violenza"

La giovane riminese aggredita con l'acido dall'ex nel 2017: "Bisogna fare di più, ma le istituzioni non lo capiscono"

Continua la battaglia di Gessica Notaro in difesa delle donne vittime di violenza. Dopo l'aggressione con acido subita nel 2017 dall'ex, la showgirl riminese, commentando il triste primato di quest'anno di femminicidi nella propria città - a margine di uno spettacolo al parco Oltremare di Riccione dove ha trascorso il compleanno - ha detto: "Posso essere poco diplomatica? Non è solo un fenomeno culturale. Bisogna andarci un po' più con le maniere forti. Quando veramente qualcuno dai piani alti capirà che è il momento di adottare strategie differenti, perché quelle che ci sono state fino adesso non sono sufficienti per risolvere il problema, allora forse daremo una svolta". Da qualche tempo Notaro collabora con un'agenzia investigativa offrendo assistenza ad alcune donne. "La cosa funziona - ha affermato -. Bisognerebbe creare dei fondi per poter sostenere le spese che dovrebbero affrontare queste ragazze per permettersi la scorta e l'agenzia investigativa dopo la denuncia". "Io ho tanti bei progetti in testa", ma "ci vuole qualcuno che mi prenda per mano dall'alto e mi dica: facciamolo insieme". 

Notaro continua a ricevere "tantissime messaggi e richieste di aiuto" da parte di donne vittime di violenza. Queste "o non hanno il coraggio di denunciare, perché non sanno cosa succederà dopo, oppure "hanno denunciato, ma dopo vari tentativi di richiesta di aiuto, nessuno ha preso i provvedimenti giusti e loro si vedono spacciate". A Oltremare, dove è cresciuta come addestratrice di delfini, ha sottolineato il suo amore per gli animali. "Possiamo imparare veramente tante cose da loro. Conservano valori che noi abbiamo completamente dimenticato. L'autenticità della parola, rispetto, amicizia e amore. Loro sono privi di tutte queste sovrastrutture di cui siamo vittime noi esseri umani". 

Il servizio di Nelson Bova