"Giù le armi, su i salari": sciopero dei sindacati di base contro la manovra e per la pace

Corteo a Bologna, manifestazioni anche a Parma, Reggio Emilia, Modena e Ravenna

Oggi (2 dicembre) sciopero generale dei sindacati di base per protestare contro la manovra economica varata dal governo e manifestare per la pace, con iniziative anche in diverse città dell'Emilia-Romagna. Tra le richieste l'adeguamento dei salari al costo della vita, la paga minima a 12 euro l'ora, la riduzione degli orari di lavoro a parità di retribuzione, pensioni dignitose, investimenti pubblici su sanità, scuola, edilizia sociale. Le sigle autonome difendono il reddito di cittadinanza e chiedono provvedimenti per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro.

Nel servizio di Giorgio Maria Leone (montato da Andrea Neri) le interviste a Federico Fornasari del Coordinamento nazionale Usb, Massimo Betti dell'Esecutivo nazionale Sgb e Nicoletta Frabboni della Confederazione Cobas di Bologna