Truffa immobiliare da un milione di euro, Gdf sequestra quattro auto di lusso

L'operazione delle Fiamme gialle di Reggio Emilia. Due indagati: promettevano investimenti redditizi nel settore immobiliare, tra le vittime un noto imprenditore di Rubiera

La più preziosa è un'Aston Martin che sfiora i 190mila euro. Poi ci sono due Audi, una da 150mila e un'altra da 84mila euro. Infine, un'Alfa Romeo del valore di 35mila euro. Quattro vetture di grossa cilindrata sequestrate dalla Guardia di Finanza di Reggio al termine di una lunga indagine. A farla partire diverse querele, tra cui quella di un noto imprenditore di Rubiera. Finito, insieme ad altre tre persone, nella rete di un sedicente intermediario del settore immobiliare. 

La promessa di investimenti redditizi. L'uomo, di origini calabresi, si accreditava con l'aiuto di un complice, anche lui finito indagato, e prometteva investimenti nel reggiano e nel piacentino da cui ottenere poi guadagni attraverso una successiva cessione. Per avviare gli affari si faceva quindi consegnare somme rilevanti, in un caso fino ad un milione di euro. In realtà, i truffati non ottenevano né la proprietà di alcun immobile né, soprattutto, vedevano un ritorno tangibile dei loro investimenti. 

Le denunce e le indagini. Successivamente, sono risultati vani anche i tentativi di recuperare le somme. Di qui le denunce. Nel corso delle indagini la Guardia di Finanza è risalita all'intermediario che, schermandole con una società, era di fatto il proprietario delle quattro auto di lusso: ritenendole acquistate con i proventi della sua attività illecita, peraltro in evasione d'imposta, le Fiamme Gialle ne hanno disposto quindi il sequestro.