FORLI'

Padre e figlio uccisi in Albania, catturato il presunto asassino

Lo scorso agosto Pjeter e Gentian Perjaku erano stati assassinati durante una vacanza in patria. La polizia albanese ha arrestato un 45enne, ex della figlia e sorella delle vittime

Peter Perjaku, 56 anni, e il figlio Gent, 32, erano di origine albanese ma vivevano a Forlì da molto tempo, entrambi impiegati in aziende locali. Durante l'ultimo viaggio in patria, a fine agosto, sono stati uccisi a colpi di arma da fuoco.
La polizia locale ha indagato per mesi, poi ha arrestato il presunto assassino, su cui pendeva un mandato di cattura internazionale. Si tratta di Pjetri Besnik, 45 anni, che si era nascosto in un casolare vicino alla cittadina di Lezha, in italiano Alessio.
Besnik, l'omicida, per alcuni anni aveva avuto una relazione con la figlia di Perjaku, la vittima. Relazione finita, e a quanto pare non bene. Perché Besnik era stato espulso dall'Italia nel 2018, in seguito a una denuncia per violenza domestica. 
Dopo questo fatto, nessuno dei familiari della donna era mai tornato in Albania, per timore di ripercussioni. Che alla prima occasione ci sono state.
Il killer avrebbe freddato i due uomini nell'appartamento di loro proprietà nel piccolo paese di Gryke Zeza. Gent lascia la moglie e una figlia di 4 anni.