Aggrediti a martellate, padre e figlia ancora gravi

Ricoverati in terapia intensiva all'ospedale di Baggiovara. La scientifica nella casa dove li ha aggrediti il 68enne, loro genero e marito, poi suicidatosi

Restano ricoverati in terapia intensiva all’ospedale di Baggiovara padre e figlia, 85 e 66 anni, gravemente feriti dal marito della donna, che poi si è tolto la vita. Le condizioni dei due sono stabili, ma i sanitari per il momento non sciolgono la prognosi.
La tragedia nella tarda mattinata di ieri, nella casa di Soliera, nel Modenese, dove i tre vivevano.
Una lite familiare particolarmente accesa, al culmine della quale l’uomo, 68 anni, operaio specializzato da qualche anno in pensione,  avrebbe colpito alla testa la moglie e l’anziano suocero, per poi togliersi la vita. Le grida della donna hanno allertato i vicini, scongiurando forse un epilogo peggiore.
Sul posto oggi la Scientifica. I carabinieri indagano per tentato omicidio, anche se l’epilogo - con la morte dell’aggressore - pare scontato.

Nel servizio di Francesco Rossi l'intervista a Cristina Zambelli, vice sindaca di Soliera, che commenta: “Siamo increduli, speriamo possano presto riprendersi”.