Croazia nella zona euro, le imprese romagnole: "La stessa moneta aiuterà competitività"

Nel 2022 le aziende del nostro territorio hanno esportato merci per 50 milioni di euro, il 38% in più dell'anno precedente

Niente più cambio di moneta, nessun controllo alle frontiere.  Dal primo gennaio la Croazia è entrata a tutti gli effetti nella zona euro e nell'Area Schengen.
Una buona notizia per le imprese della Romagna, che nel 2022 vi hanno esportato merci per 50 milioni di euro (il 38% in più dell'anno precedente) e ne hanno importate per 17.

Nel servizio di Serena Biondini l'intervista a Carlo Battistini, Presidente della Camera di Commercio della Romagna