L'aumento del prezzo del carburante si fa sentire, le reazioni degli automobilisti

Lo stop al taglio delle accise porta rincari che colpiscono famiglie e lavoratori

Il gasolio servito, in autostrada, sfiora i due euro e mezzo al litro. Solo al self service resta sotto i 2 euro. La mancata proroga degli sconti sulle accise dopo il 31 dicembre si è riversata pressoché ovunque sul prezzo alla pompa, con conseguenze su chi viaggia e soprattutto su chi deve farlo per lavoro.

Sul piede di guerra le associazioni di consumatori, con inviti a boicottare i distributori più cari ed esposti perché si vigili su possibili speculazioni. Tra le soluzioni per risparmiare, molti optano per le applicazioni che segnalano - in modo più o meno aggiornato - dove rifornirsi tutelando il portafogli. Ma per molte famiglie e piccole imprese la coperta rischia di essere sempre più corta.

Sentiamo le voci di chi fa rifornimento nel servizio di Giulia Bondi