Vaccino anti-covid, in ripresa le prenotazioni

La campagna vaccinale va avanti a pieno ritmo nonostante la chiusura dei grandi hub. Tante quinte dosi all'ospedale Bellaria di Bologna

Da un lato la preoccupazione per quanto sta accadendo in Cina, dove il virus è tornato a correre, per ora però nelle stesse varianti che circolano in Europa. Dall'altro la cautela, visto l'inverno segnato già dall'influenza. Le prenotazioni per i vaccini anticovid sono in ripresa, in gran parte quarte dosi. Ma crescono anche le quinte, destinate agli over 80. All'ospedale Bellaria di Bologna si fanno oltre duecento punture tre volte a settimana; ogni sessione ha anche dei posti ad accesso diretto.

Chiusi i grandi hub, dunque, la campagna continua tra case della salute e ambulatori ospedalieri. I secondi richiami booster si fanno con i nuovi vaccini aggiornati alle varianti omicron, soprattutto con i bivalenti. 
L'Emilia-Romagna ha raggiunto quasi il 14 percento di quarte dosi sul totale della popolazione, seconda regione in Italia dopo il Piemonte. Coperture molto lontane dalla vaccinazione di massa del 2021. Nel frattempo si è fatta strada l'immunità naturale, soprattutto con la variante omicron.

Se la quinta dose è indicata per gli over 80 e i fragili, la quarta viene raccomandata a chi ha più di 60 anni, agli operatori sanitari e alle donne in gravidanza. Ma è in realtà disponibile per tutti, dai dodici anni in su.

Nel servizio di Sara Scheggia (montaggio di Alberto Carroli), l'intervista a Lorenzo Roti, direttore sanitario dell'Ausl di Bologna.