Vent'anni di Morgagni-Pierantoni: l'anniversario dell'ospedale di Forlì

Due giorni di eventi e tra due anni sarà realizzato un nuovo padiglione

Venne inaugurato a inizio 2004 l'ospedale Morgagni-Pierantoni di Forlì, che unificò i due centri clinici della città. La riforma del titolo V era da poco realtà e in questi due decenni l'ospedale è stato uno specchio fedele della sanità pubblica, fino a come la conosciamo oggi. L'arrivo della robotica nel 2007 - fu il primo in regione a dotarsi di questa tecnologia -  ma sapendo affrontare difficoltà con la riduzione dei fondi, poi la pandemia e anche l'alluvione da cui è stato sfiorato. Due giorni di eventi ne celebrano il ventennale.

Il numero dei posti letto è diminuito di circa il 15%, ma anche le modalità di cura sono cambiate. Tra due anni sorgerà un nuovo padiglione integrato, 24 milioni di euro il costo, coperto in parte dall'Irst di Meldola che qui trasferirà la sua degenza.

Dal 2020 l'ospedale è sede del corso di laurea di medicina dell'università di Bologna. E in un momento come questo le nuove sfide e la ricerca chiedono convinto sostegno.

Il servizio di Francesco Maltoni