Friuli Venezia Giulia
    24 Ottobre 2021 Aggiornato alle 18:35
    Cronaca

    Continua l'allerta in Val Degano, pericolante il ponte di San Martino

    Black out a Forni Avoltri , centri isolati, strade interrotte
    di di Antonio Di Bartolomeo
    Credits © tgrfvg Ponte San Martino a Ovaro
    Ponte San Martino a Ovaro
    watchfolder_TGR_FRIULIVENEZIAGIULIA_WEB_478886_1935 DI BARTOLOMEO 29-10 DANNI MALTEMPO.mxf
    Al secondo giorno di allerta rossa la Val Degano continua a soffrire, in particolare le frazioni in alcuni casi isolate e raggiungibili solo dai mezzi di soccorso. E' il caso di Gracco e Vueggis, dove vivono 40 persone, in comune di Rigolato. Ma anche Sappada è in difficoltà, con problemi di frane e tenuta degli argini ed inaccessibile sia dal comelico, sia dalla carnia. Frequenti le interruzioni di energia elettrica. Mentre a Forni Avoltri il blackout persiste da tutto il pomeriggio. Niente energia elettrica in parte di sauris, anch'esso isolata a causa della copiosa caduta di alberi, che hanno danneggiato le linee elettriche in varie parti della carnia. A Ovaro sono tre i punti presidiati. Il più pericolante è quello del ponte di San Martino, la cui strada di accesso è franata. Per evitare problemi alla vicina cartiera, in caso di crollo, i lavoratori resteranno a casa ancora almeno tutta la giornata di martedì. Chi nella propria abitazione non potrà rientrare ancora per molto tempo sono i cinque membri della famiglia costretta ad abbandonare in fretta e furia la casa nei pressi del ponte di san martino lunedì.
    Da verificare il ruolo della barriera idroelettrica antistante, che non avrebbe aperto tutte le paratie. Negli altri punti della località ai piedi dello Zoncolan, hanno operato anche le ruspe per deviare il corso dell'acqua. 


     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca