Friuli Venezia Giulia
    16 Dicembre 2018 Aggiornato alle 16:30
    Cronaca

    Un'overdose la causa della morte di Marianna Pepe

    L'ex campionessa italiana di tiro a segno è stata trovata morta in casa, a Muggia giovedì scorso. Con lei un'altra persona. Ancora aperti alcuni interrogativi
    Credits © web Marianna Pepe
    Marianna Pepe
    Sarebbe stata un'overdose, forse di farmaci, a causare la morte nella tarda mattinata di giovedì dell'ex campionessa italiana di tiro a segno Marianna Pepe. Cinque volte tricolore nella carabina 50 metri 3 posizioni tra il 2000 e il 2004, la triestina Pepe si era ritirata dall'attività agonistica nel 2008, uscendo dal Gruppo Sportivo Esercito ma rimanendo nelle forze armate con il grado di Caporalmaggiore alla caserma Brunner di Opicina. Le cause della morte saranno comuque chiarite lunedì quando è stata disposta l'autopsia sul corpo dell'ex atleta. Diversi i punti oscuri della vicenda: con certezza si sa che la Pepe stava passando un momento personale complicato, e che quando i soccorsi sono arrivati nell'abitazione di Muggia, attorno all'una di giovedì, non c'era più nulla da fare. Sul caso è stata aperta un'inchiesta, che per ora non vedrebbe indagati. Al momento dei fatti però in casa erano presenti il figlio piccolo della vittima e un'altra persona, che avrebbe chiamato i soccorsi. Sono comunque escluse sia la pista dell'omicidio che quella del suicidio, che quella della morte violenta. Singolare infine una coincidenza: tre giorni prima del decesso, una popolare pagina facebook per appassionati delle forze dell'ordine l'aveva ricordata con un post apparso una sorta di necrologio anticipato; il giorno successivo, mercoledì, la Pepe aveva pobblicato su Facebook delle fotografie della sua vita passata di atleta. 

    Potrebbero interessarti anche...

    Altri articoli da Cronaca