Friuli Venezia Giulia
    23 Luglio 2019 Aggiornato alle 20:19
    Sport

    Deltaplani da tutto il mondo in arrivo in regione

    Tutto è pronto per accogliere i 125 piloti, in rappresentanza di trenta nazioni. Un evento nel segno della sostenibilità ambientale
    Credits © Ansa
    I XXII campionati del mondo di deltaplano si terranno per la prima volta in regione, dal 13 al 27 luglio, con base operativa a Tolmezzo (Udine). Tutto è pronto per accogliere i 125 piloti, in rappresentanza di trenta nazioni (le più rappresentate, oltre Italia, saranno Australia, Brasile, Austria, Repubblica Ceca, Giappone, Nuova Zelanda e Regno Unito).  "La Regione, assieme a PromoTurismoFvg, sostiene questa manifestazione di alto livello che offrirà la possibilità di vivere una competizione emozionante con oltre 7.000 presenze giornaliere nelle due settimane di gara. Un evento che ben rappresenta la logica della promozione, orientata a valorizzare le manifestazioni di qualità sulle quali concentrare energia e forze" ha affermato l'assessore regionale alle attività produttive e turismo Bini alla presentazione della manifestazione sportiva.
    I deltaplani che parteciperanno al campionato gareggeranno anche in alcune aree di Austria e Slovenia estendendo, per la prima volta nella storia del deltaplano, l'area di gara su più Paesi. 
    I decolli avverranno da tre siti principali: il Monte Valinis, a Meduno (PN), il Monte Cuarnan, comune di Gemona del Friuli (UD) e dal Monte Valsecca Per quanto riguarda gli atterraggi, sede principale sarà quella di Bordano (UD), mentre le avio superfici di Enemonzo (UD), Cividale del Friuli (UD) ed eventualmente Villach in Austria fungeranno da supporto. Novità assoluta di questi mondiali sarà lo streaming dell'evento, con un sistema di live tracking che permetterà di seguire in diretta le rotte dei piloti sia sulla pagina Facebook che sul sito ufficiale della manifestazione www.italy2019.com.
    E c'è anche il risvolto ambientale: grazie ad un accordo di collaborazione con il comune di Ampezzo, Legnoservizi e il Pefc Italia, sistema di certificazione per la gestione sostenibile delle foreste, gli organizzatori del Campionato Mondiale di Deltaplano hanno aderito alla 'Filiera Solidale Pefc', iniziativa a sostegno delle aree colpite lo scorso anno da fenomeni atmosferici estremi. 
    A suggello della partnership, le pedane di partenza degli atleti sono state realizzate con legno certificato Pefc proveniente dalle foreste locali, mentre podi e infrastrutture con legname proveniente dai tronchi di abete abbattuti dal maltempo di fine ottobre 2018 nel Friuli Venezia Giulia. La sostenibilità della manifestazione sarà ribadita anche dall'uso esclusivo di materiale in carta certificato Pefc per tutte le attività connesse.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Sport