Friuli Venezia Giulia
    20 Agosto 2019 Aggiornato alle 19:40
    Cronaca

    Per il crollo del 29 luglio

    Acquamarina di Trieste, 18 indagati

    Professionisti e funzionari nell'inchiesta del PM Montrone
    Credits © VVF Trieste Il tetto della piscina completamente collassato all'interno
    Il tetto della piscina completamente collassato all'interno
    Ci sono diciotto indagati per il crollo della piscina Acquamarina di Trieste.

    Si tratta di costruttori, progettisti, manutentori ma anche funzionari comunali: tutte persone che, a seconda della propria funzione, hanno avuto a che fare con la struttura. Tra questi, l'ingegnere Fausto Benussi che nel 98 si era occupato del progetto strutturale e David Barbiero, direttore della società sportiva che gestisce l'impianto; ma il numero di persone iscritte nel registro degli indagati dal magistrato Pietro Montrone, anche come atto dovuto per poter proseguire nell'inchiesta, potrebbero aumentare.

    Si indaga sulle responsabilità per il crollo del tetto della struttura avvenuto il 29 luglio mentre era in corso la sostituzione di alcuni elementi della copertura in acciaio e cemento. Un intervento di manutenzione che aveva per fortuna comportato la chiusura al pubblico dell'impianto.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca