Friuli Venezia Giulia
    11 Dicembre 2019 Aggiornato alle 19:49
    Cronaca

    "Regeni, nessun passo avanti", i genitori lanciano l'allarme

    Un appello accorato: dopo due anni dal ritorno dell'ambasciatore al Cairo - dicono - nessuna novità giudiziaria, mentre l'interscambio economico con l'Egitto è aumentato
    Credits © tgr fvg La madre di Giulio Regeni
    La madre di Giulio Regeni
    "Aiutateci, situazione mai così negativa" è un appello accorato quello che lanciano dalle pagine della Repubblica i genitori di Giulio Regeni, il ricercatore di Fiumicello assassinato tre anni fa in Egitto. Sono passati due anni dal ritorno al Cairo dell'ambasciatore, non ci sono novità giudiziarie significative e gli accordi commerciali tra Egitto e Italia si moltiplicano. "L'ultima rogatoria - hanno detto i genitori Paola e Claudio - non ha avuto risposta, non ci sono contatti tra le procure".   La promessa del ministro del Lavoro Luigi Di Maio era stata di rapporti economici limitati con l'Egitto finché non sia stata fatta chiarezza, ma - secondo quanto ricostruito dal quotidiano, che cita dati ministeriali - nei primi quattro mesi del 2019 l'interscambio commercilae con l'Egitto è aumentato del 6.8%. Gli scambi erano invece crollati del 6% quando l'ambasciatore italiano non era più presente. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca