Friuli Venezia Giulia
    20 Settembre 2019 Aggiornato alle 19:16
    Sport

    Enduro, decimo titolo europeo per Micheluz

    L'atleta avianese ha trionfato nell'ultima gara corsa su tre giorni a Heinola, in Finlandia
    Credits © Maurizio Micheluz Maurizio Micheluz in azione
    Maurizio Micheluz in azione
    Decimo titolo europeo nell'Enduro per l'avianese Maurizio Micheluz, che lo scorso fine settimana ha trionfato a Heinola, in Finlandia. I 150 piloti si sono sfidati in una gara di tre giorni, su un terreno ostico, ricco di radici, pietre, fango e sabbia. La gara di venerdì e sabato consisteva in un enduro tradizionale, con tre giri al giorno e tre speciali al giro. Tutti Enduro Test, ed un trasferimento che non lasciava molto tempo per rilassarsi. Il pilota avianese delle Fiamme Oro, sempre in sella alla sua Husqvarna TE250i, forte degli undici punti di vantaggio sul diretto inseguitore in campionato, lo slovacco Hostinski, partiva tra i favoriti per la conquista del titolo continentale della classe 250 due tempi. Il primo giorno ha visto l'exploit di un'altro pilota slovacco, Halgas, che ha vinto a sorpresa la prima giornata di gara,caratterizzata da piogge intermittenti che hanno reso il fondo ancora più insidioso. Maurizio, con una gara regolare ha terminato comunque in seconda posizione, allungando ancora in campionato su Hostinski, giunto terzo. Il secondo giorno Micheluz ha vinto una dura e combattuta battaglia, portando a 16 punti il vantaggio in classifica.  Il terzo giorno di gara si è dipanato su una manche di motocross. A Micheluz è bastato passare la bandiera a scacchi per aggiudicarsi il titolo. Partito quarto, è terminato terzo, conquistando il suo decimo titolo Europeo. Le sue parole dopo la gara: "Sono felicissimo, questo titolo è stato tra i più sofferti in carriera, e averlo conquistato ne raddoppia la soddisfazione. Per la tipologia di gare prevalentemente sotto la pioggia, per l'infortunio nel primo round che mi ha fatto fare uno "zero", per le difficoltà logistiche di trasferte molto impegnative. Devo ringraziare principalmente la mia famiglia che mi ha supportato in tutte le gare, non da meno la Husqvarna motorcycles Italia che mi ha dato una moto con cui ho corso senza pensieri. I miei sponsor ovviamente senza i quali non avrei affrontato certe trasferte, e non ultime le Fiamme Oro.  Dieci titoli sono un bel numero, e significano costanza, dedizione e impegno. Grazie a tutti quelli che credono in me". Lla stagione prosegue e il primo week end di Ottobre si corre l'ultima tappa di Italiano. Michelut in due giornate di gara ha solo sette punti da recuperare sul capoclassifica.  
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Sport