Friuli Venezia Giulia
    16 Ottobre 2019 Aggiornato alle 20:04
    Sport

    Una Triestina nervosa incassa la prima sconfitta dell'era Princivalli

    Quarta sconfitta stagionale contro il Ravenna al Rocco, in classifica rimangono soli 10 punti con la vetta sempre più lontana
    di Andrea Saule
    Credits © tgrfvg Triestina calcio
    Triestina calcio
    L'immagine della Triestina di questa stagione è tutta nel gol preso che costa la quarta sconfitta stagionale, la prima dell'era Princivalli. L'alabarda nervosa, che non riesce a segnare e che ogni minuto che passa diventa più ansiosa, si fa male da sola: retropassaggio sciagurato di Scrugli, Offredi esce troppo e Nocciolini da quaranta metri lo beffa per l'1-0 finale e la gioia di un Ravenna che non crede al regalo. Così le emozioni più grandi si hanno prima del fischio finale, con il minuto di silenzio con cui il rocco omaggia i poliziotti uccisi venerdì. Nel primo tempo, di Triestina se ne vede veramente poca: un primo tempo sottoritmo, pieno di errori tecnici e privo di occasioni, contro un Ravenna ordinato venuto dichiaratamente per strappare un punto. Princivalli, mister ad interim probabilmente al capolinea, cambia girando tutte le punte e mettendo di fatto cinque attaccanti contemporaneamente. Una mossa che porta a due legni: Ferretti colpisce la traversa di testa, e Mensah, sempre di testa, viene fermato dal palo e da un mezzo miracolo del portiere. L'area del resto è fin troppo intasata. Nel finale la Triestina si lamenta ancora una volta per un presunto torto subito, ma la ricerca dell'alibi non porta punti in classifica. Rimangno 10, con la vetta sempre più lontana. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Sport