Friuli Venezia Giulia
    18 Novembre 2019 Aggiornato alle 08:29
    Cronaca

    Maxitruffa Venice, a Pordenone 13 coimputati di Gaiatto a processo

    Sono tutti accusati di associazione per delinquere, truffa aggravata e abusivismo finanziario. Prossima udienza il 26 novembre
    di Paolo Roncoletta
    Credits © Tgr Rai Immagine d'archivio
    Immagine d'archivio
    E' partito il processo per i 13 coimputati di Fabio Gaiatto, persone che per i pm hanno partecipato al raggiro gestito dal sedicente trader di Portogruaro che ha truffato oltre 3 mila persone raccogliendo abusivamente 70 milioni di euro. Sono tutti accusati di associazione per delinquere, truffa aggravata e  abusivismo finanziario in concorso con Gaiatto. Il tribunale collegiale presieduto da Alberto Rossi si è riservato di decidere nel corso della prossima udienza prevista per il 26 novembre sulle eccezioni formulate in ordine alla costituzione di parti civili. Oggi è stata anche chiesta la citazione in giudizio di alcune società della galassia Gaiatto e delle banche tramite le quali venivano effettuati gli investimenti. Il 26 novembre si deciderà anche se riaprire la possibilità per alcuni imputati di patteggiare  e permettere così di snellire il dibattimento che si presenta lungo e complesso per un tribunale piccolo come quello di Pordenone: ricordiamo che i testimoni da sentire sono circa 1000. Inoltre la difesa di Massimo Minighin, colui che ha creato il software dal quale i truffati vedevano i loro investimenti crescere, avrebbe presentato istanza di remissione del processo per la presenza di gravi situazioni locali. Il giudice ha trasmesso gli atti alla Cassazione a cui compete questa decisione. La difesa dovrà però provvedere entro 7 giorni alla notifica alle parti coinvolte.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca