Friuli Venezia Giulia
    22 Gennaio 2020 Aggiornato alle 18:30
    Economia & Lavoro

    Principe e King’s, accordo per il salvataggio

    WRM Group, che fa capo al finanziere Raffaele Mincione, annuncia l'investimento e la sottoscrizione di un accordo per rimettere in sesto il Gruppo Kipre
    Credits © tgr fvg L'ingresso dell'azienda Principe di Trieste
    L'ingresso dell'azienda Principe di Trieste
    Improvvisa svolta nella crisi Kipre. WRM Group ha annunciato la sottoscrizione di un accordo quadro per il salvataggio del gruppo specializzato nella produzione di prosciutti DOP e insaccati che opera principalmente attraverso i marchi Principe e King’s con stabilimenti a Trieste e San Daniele del Friuli. L'accordo, secondo la nota diffusa dalla società finanziaria diretta dalla holding di diritto lussemburghese Time and Life S.A., è finalizzato all'avvio di un piano di rilancio e prevede una immissione immediata di liquidità a supporto dell'operatività ordinaria, sino al completamento della "due diligence", ossia gli approfondimenti del caso sulla situazione reale dell’impresa.  

    Nel caso di esito positivo delle indagini, si legge nella nota di WRM Group, l’accordo sottoscritto prevede la preparazione di un piano di ristrutturazione e l’immissione delle risorse sufficienti al risanamento e al rilancio del Gruppo Kipre in Italia e nei mercati internazionali in cui è presente.
     
    WRM Group è attivo, attraverso le sue società operative, in diversi settori: private equity (finanziamento di società non quotate in borsa), activist investing (investimento in aziende pubbliche in difficoltà), ristrutturazioni aziendali, investimenti immobiliari, gestione di crediti deteriorati e gestioni patrimoniali.
     
    Il Gruppo Kipre è il principale produttore di Prosciutto di San Daniele (con 430.000 cosce salate), una delle eccellenze della salumeria italiana. Di proprietà della famiglia triestina Dukcevich, il Gruppo, che ha sedi produttive a Trieste, San Daniele del Friuli, Vicenza e nella provincia di Parma, opera con i marchi Principe e King’s. La strategia di espansione del gruppo è concentrata sull'Europa, con una forte presenza in Austria, Germania, Regno Unito e mercati scandinavi. Vi sono stati anche interessanti incrementi della presenza in Giappone e Stati Uniti, dove il Gruppo opera con il distributore Principe Foods Inc. Dal 2010 Kipre ha un centro di affettamento nella provincia di Parma che permette al Gruppo di far fronte alla crescente domanda di prosciutti e salumi pre-affettati in vaschetta. Questo comparto negli ultimi anni ha dato un impulso allo sviluppo aziendale e oggi rappresenta il 20 % del fatturato. Fiore all'occhiello di questa gamma è l'innovativa linea di vaschette di forma ovale che ha fatto di Principe la prima azienda produttrice di prosciutto crudo DOP pre-affettato.
     
    “Noi lavoriamo a stretto contatto con investitori istituzionali e family office italiani e internazionali – ha dichiarato Fabrizio Boaron di WRM Capinvest, la società operativa di WRM Group che gestisce l’operazione - Puntiamo a generare valore, cogliendo opportunità di investimento nel rilancio di società di medie dimensioni che dimostrino solidi fondamentali industriali, un forte potenziale e una caratterizzazione distintiva di Made in Italy. Riteniamo che i siti produttivi e i marchi di Gruppo Kipre abbiano queste caratteristiche e per questo ci siamo impegnati in questo primo passo, necessario a garantire la continuità operativa delle aziende” ha concluso Boaron.
     
    La fase di due diligence si concluderà entro il prossimo mese di febbraio.
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro