Friuli Venezia Giulia
    23 Gennaio 2020 Aggiornato alle 17:51
    Sport

    Allianz, un'arma in più sotto canestro: ingaggiato Cervi

    Centro di 2,15, classe '91, ha giocato con Reggio Emilia e Avellino. A novembre, reduce da un infortunio al ginocchio, aveva firmato con Varese
    Credits © Pallacanestro Varese Riccardo Cervi in allenamento con la maglia di Varese
    Riccardo Cervi in allenamento con la maglia di Varese
    Nuovo rinforzo per la Pallacanestro Trieste, il terzo dopo gli arrivi di Deron Washington e Ricky Hickman. La società biancorossa ha annunciato l'ingaggio di Riccardo Cervi, pivot classe 1991, 215 centimetri, proveniente dalla Pallacanestro Varese. Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2021.
    Cresciuto nelle giovanili della Pallacanestro Reggiana, con la quale ha conquistato una promozione in Serie A e vinto l’Eurochallenge del 2014, Cervi ha vestito la maglia di Avellino nella stagione 2015/2016 (30 presenze, 249 punti). Rientrato a Reggio Emilia per le successive tre stagioni (72 presenze, 662 punti), aveva firmato per la società varesina nello scorso novembre, arrivando dunque alla risoluzione del contratto dopo appena un mese e mezzo. E' reduce da un lungo infortunio al ginocchio.
    Centro puro, è definito dal comunicato della società triestina un "lungo vecchio stampo” che ha grande presenza vicino a canestro. Il giocatore vanta anche 46 presenze in Nazionale. 
    “Sono davvero contento di essere arrivato a Trieste - le parole di Riccardo Cervi - una piazza dalla grande tradizione cestistica e dalla tifoseria appassionata. La crescita del club è stata esponenziale e io voglio fin da subito inserirmi nel gruppo per dare il massimo apporto possibile”.
    “Il mercato - ha dichiarato il presidente della Pallacanestro Trieste Mario Ghiacci - ha concretizzato un’opportunità che dovevamo cogliere e l’abbiamo fatto. Riccardo Cervi è diventato subito un investimento di lungo periodo: lo abbiamo contrattualizzato anche per la prossima stagione. Questo acquisto è il simbolo del nostro impegno, della lungimiranza e soprattutto di quanto la società sia convinta del proprio progetto. A inizio stagione un giocatore così ce lo sognavamo”. 
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Sport