Friuli Venezia Giulia
    03 Giugno 2020 Aggiornato alle 20:34
    Trasporti & Viabilità

    Riaperto l'allacciamento tra A4 e A23 sul nodo autostradale di Palmanova

    Era stato chiuso ieri sera per consentire l'abbattimento del vecchio cavalcavia. Nei primi mesi del 2020, Autovie conta di aprire al traffico anche il tratto a tre corsie fra il ponte sul Tagliamento e la diramazione di Palmanova
    di Francesca Vigori
    Credits © Tgr Il cantiere lungo la direttrice Venezia - Udine
    Il cantiere lungo la direttrice Venezia - Udine
    E' uno dei punti più delicati e strategici della rete autostradale regionale perchè qui si interconnettono la A4 e la A23. Sul nodo di Palmanova si intersecano ben sei flussi di traffico, quelli da e verso Venezia, Udine e Trieste, e in senso più ampio quelli verso Austria e Slovenia.

    Una struttura su carreggiate ad altezze diverse, anche se i livelli sono praticamente impercettibili per chi vi transita. La conclusione dei lavori su questa cruciale intersezione consentirà l'apertura a tre corsie nel tratto Gonars-Palmanova e poi, quasi subito, fino al ponte sul Tagliamento.

    I lavori di demolizione della scorsa notte, l'abbattimento del vecchio cavalcavia sulla direttrice Udine Trieste che ha comportato la chiusura al traffico dell'allacciamento A4/A23 per oltre 14 ore, è un passo cruciale verso la fine dei lavori. I 5 chilometri tra Gonars e Palmanova saranno finiti, assicura Autovie Venete, entro la primavera con un semestre d'anticipo rispetto alle previsioni.

    Sempre entro i primi mesi del 2020, Autovie conta di aprire al traffico a tre corsie anche il tratto compreso fra il ponte sul Tagliamento e il nodo di Palmanova. Quindi sarà la volta del tratto tra Portogruaro e Alvisopoli, la cui conclusione dei lavori è prevista entro la fine del 2020 o al massimo nei primi mesi del 2021. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Trasporti & Viabilità