Friuli Venezia Giulia
    30 Giugno 2022 Aggiornato alle 22:06
    Cronaca

    Da lunedì prevista la ripresa delle attività a partire dalle scuole

    Dopo Gorizia, altri quattro nuovi casi positivi ai test

    La notizia, diffusa dalla Regione. Confermato che il paziente goriziano non è grave. Il punto in un vertice operativo a Palmanova
    Credits © Tgr Fvg Il laboratorio di analisi per la verifica dei tamponi
    Il laboratorio di analisi per la verifica dei tamponi
    Proseguendo nell'attività clinica legata all'emergenza coronavirus, la Regione informa che sono risultati positivi al test quattro nuovi casi: uno a Trieste e tre a Udine.
     
    I pazienti sono stati presi in carico dal Servizio sanitario regionale e i campioni dei test inviati all'Istituto Superiore di Sanità.

    Nella mattinata di domenica 1 marzo un nuovo vertice alla Protezione civile di Palmanova per fare nuovamente il punto della situazione.  

    Alla riunione - in videoconferenza con la Protezione civile di Roma -  hanno partecipato l'assessore regionale alla Sanità e alla Protezione civile, il Prefetto e una funzionaria della questura di Udine, il direttore della Protezione civile regionale Aristei, e la responsabile della Direzione Sanità regionale, Zamaro. 

    Nessuno dei presenti ha rilasciato alcuna dichiarazione dopo la fine della riunione. Riccardi ha lasciato Palmanova per andare a Trieste e confrontarsi con il Presidente Fedriga, che ha seguito la conferenza dal capoluogo regionale.

    Non sono disponibili - per il momento - ulteriori informazione sui quattro nuovi casi segnalati stamattina. 

    Diventano dunque cinque i pazienti risultati positivi in regione. I dettagli diffusi finora riguardano però solo il paziente di Gorizia: un cinquantenne che ha contratto il virus nell'ospedale di Treviso dove era andato a visitare un parente ricoverato per altre patologie. La positività è stata confermata da entrambi i tamponi faringei previsti dal protocollo. L'uomo, che vive da solo e al momento è in isolamento nella sua abitazione, accortosi di avere della febbre e sapendo di essere stato in una zona a rischio sabato 29 febbraio ha chiamato il 112  che lo ha seguito passo passo. Una volta accertato il potenziale rischio infezione, spiega l'assessore regionale alla Salute, Riccardo Riccardi, i sanitari si sono recati nell'abitazione dell'uomo e hanno effettuato i tamponi risultati poi positivi.

    Controlli sono in corso anche su una decina di persone con le quali l'uomo è stato in contatto. "Sono state tutte rintracciate, sono asintomatiche, in isolamento domiciliare e sono state tutte sottoposte al tampone per la verifica della positività al Covid-19", aveva spiegato Riccardi sabato sera, confermando le riaperture. "Non cambia nulla rispetto alla decisione presa di riprendere gradualmente le attività normali in tutto il Friuli Venezia Giulia". 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca