Friuli Venezia Giulia
    03 Giugno 2020 Aggiornato alle 20:34
    Cronaca

    Raffica di denunce per la violazione del decreto

    Sono titolari di pizzerie e bar aperti oltre l'orario di chiusura e persone che si erano spostate dalla loro residenza senza un giustificato motivo
    Credits © Carabinieri I carabinieri davanti al locale di Martignacco il cui titolare ha tenuto aperto oltre le 18
    I carabinieri davanti al locale di Martignacco il cui titolare ha tenuto aperto oltre le 18
    Nella prima giornata in cui sono entrate in vigore le restrizioni imposte in tutta Italia per il contenimento del contagio da Covid 19 sono state numerose le denunce all'autorità giudiziaria per violazione della norma.

    A Martignacco i carabinieri hanno denunciato il titolare di una pizzeria che ha tenuto aperto il locale oltre il limite previsto delle 18. Analoga sanzione per il titolare di un bar di via Roma a Udine. I militari hanno chiesto la sospensione della licenza.

    Altre tre denunce dei carabinieri di Tolmezzo. Si tratta di una coppia di coniugi trevigiani controllati dai Carabinieri della Stazione di Forni di Sopra e di un giovane carnico controllato a Tolmezzo. Tutti erano fuori dai rispettivi comuni di residenza senza giustificato motivo. 

    A Pordenone invece i carabinieri hanno denunciato una persona per inosservanza del decreto e per falsa dichiarazione nell'autocertificazione. In pratica non rientrava tra i requisiti di coloro che possono spostarsi, in deroga al decreto.

    Controlli a tappeto da parte della polizia di Pordenone su 221 persone. 7 i denunciati da parte delle volanti e della polstrada. E' il caso di un goriziano che si era recato a Pordenone presso una officina meccanica per un contenzioso in atto relativo all'acquisto di una autovettura, mentre la Polizia stradale ha controllato un sacilese che si era recato a Pordenone per acquistare una play station.

    Ancora le Volanti hanno segnalato un uomo proveniente dal la zona di Gruaro, in Veneto, che, controllato di primo mattino, inizialmente aveva dichiarato di dover consegnare dei documenti per una richiesta di
    lavoro, ma alle 2 di notte si trovava ancora in città, all'esterno di un bar. 

    Le altre 5 persone denunciate, rintracciate sempre in città e provenienti da altri comuni della Provincia (Spilimbergo, Cordenons), non hanno saputo dare giustificazioni in ordine ai loro spostamenti, ed è quindi scattata la denuncia.
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca