Friuli Venezia Giulia
    14 Luglio 2020 Aggiornato alle 20:09
    Cronaca

    Coronavirus in Friuli Venezia Giulia

    147 nuovi contagiati

    Il dato diffuso dalla protezione civile regionale: è l'incremento più alto dall'inizio della crisi - Parte la distribuzione di mascherine alla popolazione - La gente del Friuli Venezia Giulia rispetta l'obbligo di stare a casa
    Credits © Rai Infermiere in un reparto di terapia intensiva coronavirus
    Infermiere in un reparto di terapia intensiva coronavirus
    Il giorno con più contagi in assoluto: secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile regionale, sono 147 in più rispetto a ieri i tamponi positivi rilevati in Friuli Venezia Giulia, con il totale da inizio crisi che supera quota 1000 arrivando a quota 1.139.

    Sei i decessi nelle ultime 24 ore, da inizio crisi sono 70, 42 nel capoluogo. Tenendo conto dei guariti, che salgono a 39, e dei decessi, sono 911 le persone attualmente malate di Coronavirus in regione. 

    52 le persone in terapia intensiva: tra queste, una donna trasferita nella notte da Bergamo, la zona più in difficoltà dell'intero paese. Per far fronte all'emergenza, i posti raggiungeranno il centinaio nel giro di qualche giorno: oggi all'ospedale di Pordenone è stata  attivata l'Unità operativa di terapia subintensiva di pneumologia, con sei posti extra. Intanto, il centro trapianti di Udine si è preso carico i pazienti critici in lista di attesa del resto d'Italia.

    Sempre per quello che riguarda gli ospedali: a causa delle difficili condizioni climatiche, le tende all'esterno degli ospedali per l'accoglienza di pazienti da covid sono state rinforzate con tiranti.

    Prosegue intanto la distribuzione di mascherine: nelle ultime 24 ore sono arrivati nuovi dispositivi di protezione individuale per il personale medico // per quello che riguarda invece delle mascherine prodotte in regione, sono state già distribuite a Socchieve e San martino al tagliamento, due delle zone con più positivi sul territorio.

    E nella giornata di mercoledì, anche la chiusura del municipio di Muggia, dove un dipendente è risultato positivo al tampone. L'uomo non era in servizio da quasi due settimane: in ogni caso, sono state adottate tutte le misure previste dal protocollo sanitario a tutela dei lavoratori e dell'utenza. I più stretti collaboratori del dipendente, se pur in perfetta salute, sono sottoposti a quarantena volontaria come da prassi. Il sindaco Marzi, inoltre, ha disposto la chiusura di tutta la struttura e la sua sanificazione già nella giornata di domani. Il municipio sarà riaperto il 6 aprile, rimane comunque attivo il contatto telefonico con l'Ufficio Relazioni con il Pubblico o le normali caselle email dei servizi.

    Sul fronte dei controlli, il Friuli Venezia Giulia è la regione più disciplinata in Italia davanti a Molise e Abruzzo, in coda Lombardia e Campania. Nella giornata di martedì sono state controllate quasi 4000 persone, 149 le deununce: si tratta però principalmente di soggetti problematici già denunciati nei giorni scorsi. Nei prossimi giorni entrerà in vigore il nuovo dpcm, che sostituirà la denuncia con una multa fino a 3000 euro. 


    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca