Friuli Venezia Giulia
    28 Maggio 2020 Aggiornato alle 07:13
    Spettacolo

    La musica non si ferma: "No Borders dal 25 luglio"

    Annuncio dagli organizzatori del festival tarvisiano: la 25/esima edizione sarà dedicata in modo particolare alla sostenibilità ambientale
    Credits © Simone di Luca per No Borders Il concerto di Manu Chao a Sella Nevea nell'edizione 2019
    Il concerto di Manu Chao a Sella Nevea nell'edizione 2019
    Tra tanti annullamenti e rinvii, una conferma: il No Borders music festival ha annunciato che la sua prossima edizione prenderà il via il 25 luglio 2020. "Abbiamo deciso - spiegano sui social gli organizzatori dell'appuntamento musicale - di annunciarlo ufficialmente proprio il 21 maggio, nella Giornata mondiale della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo, ovvero uno dei temi principali del nostro festival sin dalla sua prima edizione, già 25 anni fa: l'uomo traccia confini, la musica li supera".
    "Negli ultimi anni - raccontano gli organizzatori - abbiamo puntato sempre di più sulla sostenibilità ambientale del festival, promuovendo l'accesso alle aree dei concerti a piedi e in bicicletta, iniziativa che sarà il tema centrale di questa nuova edizione speciale.  Le nostre montagne, i nostri laghi, la nostra foresta e i nostri altopiani ci permettevano e ci permetteranno di vivere la musica grazie agli ampi spazi e alla natura incontaminata. La grandezza di un evento non viene determinata solo dai numeri, bensì dalla sua proposta e dalla sua capacità di farne parlare e soprattutto di raccontarsi, questo è sempre stato il pensiero alla base del nostro festival, oggi ancora più di ieri".
    Nel 2019 sono stati ospiti del festival, tra gli altri, Manu Chao, Daniele Silvestri, Marco Mengoni, Vinicio Capossela, Levante e Max Gazzé. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Spettacolo