Friuli Venezia Giulia
    02 Luglio 2020 Aggiornato alle 17:41
    Sport

    L'Udinese subisce la vendetta degli ex

    Bianconeri in ripresa, ma ancora a secco. Tre a due per l'Atalanta al Friuli, in gol per i lombardi gli ex Zapata e Muriel
    Credits © Lega calcio ll gol dell'1 a 1 di Lasagna
    ll gol dell'1 a 1 di Lasagna
    L'Udinese combatte, trova momenti di qualità, ma non basta. L'Atalanta impone la sua legge e vince al Friuli, 3 a 2 il risultato, lasciando così ancora all'asciutto i ragazzi di Gotti dalla ripresa del campionato. Le due squadre si sono affrontate a viso aperto dando vita a un match interessante, risolto dagli orobici con i gol di due ex giocatori bianconeri. Gli ultimi due, quelli decisivi, opera di Muriel con due fenomenali tiri da fuori. Vediamo la cronaca. Inizia bene l'Udinese, al 6' Occasione per Fofana, ben liberatosi, che si vede respingere alla grande da Gollini la conclusione angolata. Un minuto dopo e' il portiere bianconero Musso a superarsi, deviando prima un tiro dal limite di Malinowsky, poi la conclusione a colpo sicuro di Gomez. Un vero miracolo. Ancora due minuti, e arriva il primo vantaggio atalantino con l'ex Zapata, che controlla benissimo un lancio lungo telefonato  con uno stop a rientrare, e infila Musso con un diagonale rasoterra. Difesa non impeccabile. L'Udinese non si dà però per vinta, e fa la sua partita. Il pareggio arriva al 31' opera di Lasagna, lesto a infilarsi fra i due centrali della difesa orobica, nell'occasione piuttosto addormentati pure loro, controllare un lungo rilancio e battere Gollini. Si va all'intervallo sull'1 a 1.

    Ripresa, l'Udinese c'è e si rende pericolosa al 56' con Sema che centra il pallone dopo un sontuoso tunnel, ma il tiro di Wallace è timido. L'Atalanta si fa vedere al 59' con Freuler, ma Musso fa attenzione. Lo stesso Musso non può far nulla invece al 71', quando l'ex Muriel toglie le ragnatele all'incrocio con una punizione sopra la barriera a uscire da venti metri. Capolavoro. Passano otto minuti, e arriva il 3 a 1 dell'Atalanta, ancora Muriel che pesca un gran tiro dalla distanza. Il gol di testa di Lasagna all'87' riapre per un attimo la partita, ma è solo un'illusione. Tre a due rimane al fischio finale, dopo quattro minuti di recupero. La posizione in classifica dell'Udinese si fa sempre più  preoccupante, ma almeno si sono visti sintomi di ripresa. Prossima gara il 2 luglio a Roma.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Sport