Friuli Venezia Giulia
    20 Maggio 2022 Aggiornato alle 20:07
    Salute

    "Misure anti contagio sugli impianti per salvare la stagione dello sci"

    Il Fvg assieme alle altre regioni alpine approva le linee guida per aprire anche agli sciatori amatoriali. Il ministro Boccia: "Ora non ci sono le condizioni"
    Credits © Tgr Sciatori in pista a Forni di Sopra
    Sciatori in pista a Forni di Sopra
    I vicepresidenti e gli assessori delle regioni alpine hanno approvato oggi (23/11/2020) in sede di Conferenza delle Regioni e delle Provincie autonome le linee guida per l'utilizzo degli impianti di risalita nelle stazioni e nei comprensori sciistici da parte degli sciatori amatoriali.

    Il documento individua tutte le misure di prevenzione del contagio da Covid da predisporre per l'utilizzo in sicurezza degli impianti durante la stagione invernale. Alla riunione ha partecipato, per il Fvg, l'assessore al Turismo Sergio Bini.

    "Pur con la piena consapevolezza delle difficoltà e delle incertezze dettate da questo difficile momento - scrivono gli assessori - tutto il sistema turistico sta lavorando alacremente per un avvio in sicurezza della stagione invernale con il coordinamento degli Assessori agli impianti a fune di Val d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Provincia di Trento, Provincia di Bolzano, Veneto e Friuli Venezia Giulia".

    "Alla luce, tuttavia, delle notizie riguardanti le misure che il Governo intende adottare nel prossimo Dpcm, secondo le quali si esclude la possibilità di aprire gli impianti a fune per le festività natalizie, gli assessori delle regioni alpine chiedono al Governo di rivedere questa scelta che metterebbe in crisi un intero sistema, che porta un notevole indotto economico, lavorativo e sociale per l'intero Paese".

    "Oggi le Regioni hanno consegnato un'informativa, linee guida che saranno discusse quando si valuterà insieme se ci sono le condizioni per aprire, ora queste condizioni non ci sono". Lo ha messo in chiaro il ministro degli affari regionali Francesco Boccia, ospite de 'La Vita in Diretta' su Rai1, sottolineando come gli addetti agli impianti
    di risalita risentiranno della stretta come tutti gli altri settori dell'economia, purtroppo alle prese con l'emergenza Covid.

    "Valuteremo nel prossimo Dpcm se ci sono condizioni per fare cosa, come e quando", ha aggiunto.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Salute