Friuli Venezia Giulia
    23 Gennaio 2021 Aggiornato alle 21:54
    Economia & Lavoro

    Oltre 21 milioni e mezzo nel fondo regionale ristori

    Il provvedimento presentato in commissione consiliare. I beneficiari saranno individuati dalla giunta, discussione in aula a febbraio
    di Roberto Bonaldi
    Credits © Tgr Rai Locali chiusi: sono tra i destinatari dei ristori
    Locali chiusi: sono tra i destinatari dei ristori
    Un altro salvagente per l'economia locale, messa in difficoltà dall'ondata pandemica.
    Ammonta a più di 21 milioni e 600 mila euro il fondo che la Regione istituisce, a ristoro dei danni economici registrati dai settori produttivi del Friuli Venezia Giulia.
    Il disegno di legge 121, presentato in seconda commissione consiliare, mira ad aiutare sia chi ha già beneficiato dei precedenti contributi a fondo perduto, sia chi finora ne è rimasto escluso.

    I soggetti saranno individuati con deliberazione della Giunta. L'assessore regionale alle Attività produttive Bini pensa già a categorie come industria alberghiera, trasporti, viaggi, commercio. Possibili integrazioni: è previsto un ulteriore passaggio in commissione per valutare la lista dei beneficiari, in attesa della discussione della misura in aula, a febbraio.

    Scelte da condividere, dunque, e l'opposizione plaude. La prospettiva viene di fatto incontro alla richiesta avanzata da Sergio Bolzonello, consigliere del Pd: "Abbiamo intenzione di votare il disegno di legge - dice - ma dobbiamo indirizzare lo strumento a favore soprattutto delle categorie che, finora, hanno ricevuto di meno". Bolzonello cita in particolare i ristoranti e le agenzie di viaggi. 

    Mentre continuano i lavori in Regione, a livello nazionale l'agenzia delle Entrate pubblica i dati relativi all'ammontare dei contributi a fondo perduto erogati durante l'anno a sostegno dell'economia provata dal Covid.
    In Friuli Venezia Giulia sono oltre 135 i milioni messi a disposizione con il decreto rilancio. Quasi 60 i milioni accreditati con i decreti ristori.
    Udine e Pordenone le due realtà regionali che spiccano per numero di pagamenti e di importi stanziati. Risultati dovuti alle specificità del tessuto economico, ma anche, commenta l'agenzia delle entrate, al numero di abitanti e di comuni.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro