Friuli Venezia Giulia
    26 Ottobre 2021 Aggiornato alle 16:16
    Salute

    Emergenza pandemia, Gorizia sposta l'attività chirurgica a Monfalcone

    Sarà sempre presente la guardia attiva cardiologica sulle 24 ore e garantite le consulenze per i reparti e per il pronto Soccorso
    Credits © Tgr Rai Fvg L'ospedale di Gorizia
    L'ospedale di Gorizia
    Si riorganizzano anche gli ospedali dell'Isontino. Dal 26 marzo e fino a quando non calerà la pressione pandemica, l'attività dell'ospedale di Gorizia viene rimodulata, trasformando gli attuali 8 posti letto di terapia intensiva in 14/16 posti letto di semintensiva covid. Tutta l'attività chirurgica urgente ed oncologica indifferibile viene spostata nell'Ospedale di Monfalcone.

    Rimarranno attivi a Gorizia gli ambulatori divisionali, la sala gessi e tutte le consulenze per i reparti e per il Pronto Soccorso nella fascia dalle 8 alle 20, con attivazione della reperibilità nel restante orario. Quattro posti letto semi intensivi monitorati resteranno a disposizione dell'Unità di Terapia Intensiva Cardiologica. Sarà sempre presente la guardia attiva cardiologica sulle 24 ore e garantite le consulenze per i reparti e per il pronto Soccorso. Rimarranno attivi gli ambulatori chirurgici ed una parziale attività di elettrostimolazione. Le urgenze verranno trasferite presso l'Unità di Terapia Intensiva Cardiologica di Monfalcone. L'Ospedale di Gorizia avrà così in totale 65 posti letto covid a media e bassa intensità, e da 14 a 16 posti letto covid semi intesivi. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Salute