Friuli Venezia Giulia
    23 Settembre 2021 Aggiornato alle 13:43
    Ambiente

    Primi successi del ripopolamento delle linci sulle Alpi Giulie

    In Slovenia, nei boschi della Jelovica, è stata avvistata una femmina di lince con tre cuccioli. L'animale è stato reintrodotto in base al programma Life Lynx. La speranza è che i felini avvistati possano spostarsi anche nei boschi del Tarvisiano
    Credits © Life Lynx Lince
    Lince
    Ottime notizie dal progetto LIFE Lynx: abbiamo la prima prova che una delle linci rilasciate nelle Alpi slovene nell'ambito del progetto si sia riprodotta. Due escursionisti della Gorenjska in Slovenia hanno avvistato tre cuccioli di lince e la loro madre Aida, mentre facevano un'escursione nell'altopiano di Jelovica. Hanno poi condiviso con i ricercatori del progetto la loro esperienza e le foto dei cuccioli e della loro madre Aida.
    Non è escluso che anche le altre due femmine traslocate, Lenka e Julija, abbiano cuccioli. Dal loro rilascio a fine aprile 2021 nella regione della Gorenjska, in Slovenia, tutte le linci non si sono ancora allontanate dalla regione; Zois e Aida sono rimaste nell'area di Jelovica e Tris, Julija e Lenka sull'altopiano di Pokljuka. Gli animali derivano da catture effettuate nei Carpazi di Romania e Slovacchia e il rilascio in Slovenia è avvenuto al termine di 3 settimane di quarantena.
    Gli incontri con la lince in natura sono molto rari, e ancor più raro è osservare una femmina in compagnia dei suoi cuccioli. Ricordiamo che è importante non disturbare gli animali, poiché questi primi mesi sono fondamentali per la loro sopravvivenza. Durante il periodo in cui sono in tana, le femmine spostano i loro cuccioli abbastanza spesso per ridurre l'odore, che potrebbe attirare potenziali predatori. 
    Il progetto LIFE Lynx, cofinanziato dall'Unione Europea, ha come obiettivo la conservazione della lince nelle montagne Dinariche e nelle Alpi sud-orientali. Il progetto prosegue il lavoro iniziato dal lontano 1973 e che ha portato alla reintroduzione di 6 individui in Slovenia. Nonostante l'intervento sia stato un successo e la popolazione si sia espansa rapidamente, l'isolamento di questa popolazione dalle altre ha portato questi magnifici felini ad accoppiarsi con i propri consanguinei. Questo ha indotto probabilmente un deterioramento genetico della popolazione, a cui è seguito un rapido declino. Per questa ragione l'obiettivo del progetto è portare nuove linci così da migliorare la varietà genetica complessivo della popolazione. 
    Il progetto LIFE Lynx, supportato attivamente dal WWF, conta su un ampio partenariato che riunisce istituzioni, associazioni ambientaliste, associazione cacciatori sloveni ed esperti dell'area dinarica e alpina sud-orientale. La speranza degli ambientalisti e che le Linci dalla Slovenia possano ripopolare anche i vicino boschi del Tarvisiano.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Ambiente