Friuli Venezia Giulia
    17 Ottobre 2021 Aggiornato alle 20:17
    Economia & Lavoro

    "Test impossibili per tutti, serve l'obbligo vaccinale"

    Osservatori anti Covid riuniti nelle prefetture. Da Trieste l'auspicio di un provvedimento con proroga dei termini. Federfarma a Udine: non ce la facciamo
    Credits © Tgr Rai La prefettura di Trieste
    La prefettura di Trieste
    E' oggettivamente impossibile far effettuare i tamponi a tutti i lavoratori non vaccinati, pertanto c'è il rischio che in molti non riescano a ottenere il Green Pass. Lo dicono organizzazioni datoriali, sindacati e aziende sanitarie che nelle prefetture hanno partecipato alle riunione dell'Osservatorio per il monitoraggio delle disposizioni anti Covid. A Trieste è stato espresso l'auspicio "che siano adottati provvedimenti normativi che rendano obbligatoria la vaccinazione per tutte le categorie di lavoratori, con contestuale proroga del termine del 15 ottobre".

    Nel frattempo si rende necessario - spiega un comunicato arrivato dalla stessa prefettura di Trieste - "un rapido monitoraggio dell'effettiva consistenza della popolazione in età lavorativa che non è vaccinata, per individuare in tempi brevi un percorso che consenta di dare piena attuazione alle disposizioni normative adottate a tutela della salute senza conseguenze economiche negative né per i lavoratori né per le aziende evitando, nel contempo, i prevedibili disagi per gli utenti dei servizi interessati da alte percentuali di operatori non vaccinati.

    Alla riunione di Udine hanno partecipato anche Confapi e Federfarma: quest'ultima ha confermato l'impossibilità da parte delle farmacie di fare fronte al numero di prenotazioni di tamponi rapidi in funzione Green Pass.
    Udine, le voci di Lucia Cristina Piu (Confapi) e Luca Degrassi (Federfarma)
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro