Friuli Venezia Giulia
    25 Gennaio 2022 Aggiornato alle 19:45
    Economia & Lavoro

    Sciopero di otto ore alla Lima Corporate

    L'azienda non eroga il premio di risultato e sullo sfondo c'e' la cessione della multinazionale a un gruppo statunitense
    Credits © Rai Tgr Fvg L'ingresso della sede della Lima a San Daniele
    L'ingresso della sede della Lima a San Daniele
    Si terrà giovedì 18 novembre il primo sciopero di otto ore alla Lima Corporate di San Daniele del Friuli. E' il primo blocco di un pacchetto di 16 ore di sciopero stabilito dalle assemblee dei lavoratori e proclamato dalle segreterie territoriali FIM-CISL, FIOM-CGIL e UGL metalmeccanici unitamente alle RSU. Nodo del contendere, il confronto per il premio di risultato 2021 negato finora dall'azienda. 

    A preoccupare i sindacati e i 530 lavoratori impiegati a San Daniele è anche la mancanza di informazioni da parte della Direzione Aziendale sull'imminente acquisizione della società che produce protesi ortopediche da parte di un grosso concorrente statunitense. Le RSU in particolare chiedono su questo importante passaggio chiarimenti soprattutto sulle garanzie occupazionali e sulla tenuta complessiva dell’assetto aziendale.

    "E' la prima volta che non viene erogato il premio di risultato aziendale" sottolineano i sindacati che hanno proclamato anche il blocco dello straordinario e della flessibilità.

    La Lima Corporate è attualmente controllata dal fondo scandinavo Eqt e oltre a San Daniele del Friuli dove si trova la sede, ha anche uno stabilimento in Sicilia nel sito produttivo di Calatafimi-Segesta in provincia di Trapani.  rispetto ai siti produttivi sul suolo nazionale, Villanova di San Daniele del Friuli (UD) e Calatafimi-Segesta (TP).
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro