Friuli Venezia Giulia
    18 Maggio 2022 Aggiornato alle 16:36
    Cronaca

    In attesa del super green pass

    Le nuove regole che distinguono fra vaccinati e no dovrebbero scattare da metà della prossima settimana. Ma in zona gialla poche differenze
    di Alessandra Zigaina
    Credits © Rai In fila a uno sportello cup
    In fila a uno sportello cup
    Al ristorante o in trattoria solo tavoli da quattro: dunque niente matrimoni, battesimi o tavolate per festeggiare i compleanni. Al momento pare questa l'unica penalizzazione - se così la vogliamo chiamare - che rischiano i no vax del Friuli Venezia Giulia all'ingresso ormai certo della regione in zona gialla. Il cambio di colore scatterà lunedì, mentre le nuove regole (che distinguono tra vaccinati e non vaccinati) potrebbero entrare in vigore verosimilmente da metà della prossima settimana.

    Lunedì c'è stato il confronto con i governatori, compatti (insieme al presidente della Conferenza delle regioni Fedriga) nel chiedere di non far pagare alle attività economiche e a chi ha scelto di immunizzarsi l'aumento dei contagi con i conseguenti cambi di colore. Le regole diverse per vaccinati e non vaccinati sono ora allo studio del governo e saranno comunicate alle regioni giovedì prima del Consiglio dei ministri che le dovrebbe approvare. Il cambio di passo dovrebbe scattare -come detto - già dalla zona gialla ma con differenze minime: quella che riguarda i ristoranti e, forse, l'ingresso in cinema e teatri che dovranno ridurre la capienza.
    Dovrebbe essere invece il passaggio in zona arancione e in zona rossa a segnare davvero la differenza. A quel punto i vaccinati - se lo schema di base resta quello attuale - dovrebbero poter fare ancora una vita quasi normale (quindi niente coprifuoco, accesso a ristoranti, palestre, cinema, teatri e stadi e possibilità di uscire da comune e regione) i non vaccinati dovrebbero poter andare solo a lavorare sempre con il tampone negativo.

    L'altra importante novità riguarda il tempo che deve passare tra la seconda dose di vaccino e il richiamo. Il minimo non sono più sei mesi ma cinque per tutti i vaccinati che hanno più di 40 anni ed è allo studio la possibilità di estendere la terza dose a tutti gli over 12.
    watchfolder_TGR_FRIULIVENEZIAGIULIA_WEB_SON NUOVE REGOLE - ZIGAINA.mxf
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca