Friuli Venezia Giulia
    18 Gennaio 2022 Aggiornato alle 22:46
    Cronaca

    Acquamarina sorgerà dalle sue macerie

    Verrà distrutta e ricostruita la piscina terapeutica dopo il crollo del tetto due anni fa. Il sindaco Dipiazza: "non si può salvare nulla"
    Credits © Rai La piscina terapeutica, dissequestrata da un mese
    La piscina terapeutica, dissequestrata da un mese
    L'ex piscina terapeutica Acquamarina di Trieste sarà distrutta e ricostruita per renderla più funzionale e sicura. Lo hanno confermato il sindaco Roberto Dipiazza e l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi che hanno svolto il primo sopralluogo all'interno della struttura, dove due anni e mezzo fa era crollato il tetto, dissequestrata da meno di un mese.

    "Non si può salvare nulla anche perché ciò comporterebbe costi maggiori e non garantirebbe la funzionalità di una nuova e più adeguata struttura", ha commentato il sindaco Di Piazza. "Un'immagine da far venire i brividi, perché poteva essere una strage", ha detto l'assessore ai Lavori pubblici Elisa Lodi, specificando che ci sono "circa 5 milioni di euro a disposizione (1 dal Comune, 2 dalla Regione e 2 dal Governo) ai quali si aggiungeranno i 500 mila euro del risarcimento dell'assicurazione". 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca