Friuli Venezia Giulia
    24 Gennaio 2022 Aggiornato alle 22:27
    Cronaca

    Una testimone: ho visto Liliana viva il 22 dicembre

    Quel giorno la donna poi trovata morta nel parco di San Giovanni mancava da casa già più di una settimana. De Nicolo: la questione va accertata
    Credits © Tgr Rai Liliana Resinovich
    Liliana Resinovich
    Il giallo della morte di Liliana Resinovich a Trieste. Gli investigatori stanno vagliando la testimonianza di una donna che afferma di averla incontrata per la strada, la mattina del 22 dicembre, 8 giorni dopo la sua scomparsa e 15 prima del ritrovamento del suo cadavere tra gli arbusti dell'ex ospedale psichiatrico triestino. 

    "La questione va accertata", ci ha risposto, interpellato in merito, il procuratore capo di Trieste, Antonio De Nicolo, aggiungendo di non volersi sbilanciare fino agli esiti definitivi degli esami in corso. Quanto alla data della morte della donna, il magistrato ha ribadito che per ora l'autopsia non l'ha ancora accertata.

    La testimone - in un'intervista all'emittente locale Telequattro - afferma che si trovava davanti all'ospedale Maggiore quando si è spostata per far passare una donna che procedeva in direzione di via Stuparich e chiedeva strada dietro di lei. Riferisce di averla vista bene in viso dato che non indossava la mascherina, che andava molto di fretta, che era di corporatura minuta e aveva un ciuffo biondo sulla fronte. La testimone si sarebbe resa conto solo successivamente che avrebbe potuto trattarsi della Resinovich, e di aver segnalato il suo avvistamento alla questura.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca