Friuli Venezia Giulia
    30 Settembre 2022 Aggiornato alle 23:28
    Cronaca

    Cronaca

    Sequestrate oltre 4 tonnellate di cocaina

    Operazione della Guardia di Finanza e della Dia. In azione oltre 60 finanzieri, alcuni sotto copertura si fingevano corrieri della droga, così sono arrivati ad arrestare 38 persone
    di Antonio Di Bartolomeo
    Credits © GdF Parte della droga sequestrata dalla Guardia di Finanza
    Parte della droga sequestrata dalla Guardia di Finanza
    watchfolder_TGR_FRIULIVENEZIAGIULIA_WEB_SON OPERAZIONE DROGA DIBARTOLOMEO 2 EDIZ 0706.mxf
    ( comincia con la voce di Giovanni Taormina nel servizio andato in onda nel maggio scorso)

    Quelle domande gli investigatori, in realtà, non se le stavano facendo proprio. Era fine maggio 2021 e un nostro servizio dava conto del ritrovamento di cento chili di droga in un casolare abbandonato di Aiello del Friuli. Si parlò di una fuga di gas, con l'intervento dei vigili del fuoco.

    Doveva sembrare tutto casuale. Nei fatti era una messinscena, di cui la stampa era ignara, ideata dalla direzione distrettuale antimafia di Trieste per non compromettere l'indagine appena iniziata e che ora, un anno dopo, viene resa pubblica. Quella droga era stata sequestrata già dalla polizia colombiana e trasportata in aereo.

    Ma ai narcos fu detto che era stata spedita via nave, destinazione: porto di Trieste. La logistica era a cura della Guardia di Finanza, che aveva creato documenti e società false e utilizzato magazzini e agenti sotto copertura; ma questo non lo sapevano né i venditori colombiani, né tanto meno i compratori in Italia.

    Per loro è stata una trappola, tesa 19 volte in 13 mesi al centro-nord, anche a Bagnaria Arsa, San Giorgio di Nogaro, Lignano e Gorizia. Tante sono state le consegne controllate, riprese dalle telecamere. L'indagine, partita su richiesta delle autorità colombiane, è andata oltre le attese.

    segue intervista al procuratore capo Antonio De Nicolo

    Enorme il danno per i trafficanti europei: avevano sborsato 100 milioni per quattro tonnellate mai ricevute. 38 in manette, membri della criminalità organizzata di varie regioni italiane e di diversi Paesi europei. Sequestrati tir, suv e quasi due milioni in contanti: i compensi per il corriere, un agente sotto copertura. Le indagini vanno avanti. La procura spera che gli arrestati ora collaborino con la giustizia.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Cronaca