Friuli Venezia Giulia
    02 Ottobre 2022 Aggiornato alle 10:50
    Economia & Lavoro

    Non solo Wärtsilä, a Muggia preoccupazione per la Tirso

    Prolungata la chiusura estiva dello stabilimento. L'allarme dei sindacati: rischio cassa integrazione e riduzione di personale. Chiesto un incontro
    Credits © Google Street View Lo stabilimento della Tirso a Muggia
    Lo stabilimento della Tirso a Muggia
    I sindacati dei lavoratori della Tirso di Muggia denunciano il rischio di un effetto domino di crisi aziendali nel territorio triestino, dopo l'annuncio della Wärtsilä di voler dismettere l'impianto produttivo di Bagnoli della Rosandra. L'azienda del settore tessile ha infatti comunicato a tutti i lavoratori che, come conseguenza della costante e incontrollata crescita dei costi dell'energia a livelli insostenibili, la società si vede costretta a prolungare, rispetto a quanto previsto, il periodo di fermata estiva.

    Non è da escludere, scrivono i sindacati, che i vertici societari richiedano come già in parte ipotizzato - la cassa integrazione, per poi procedere con riduzioni di personale fino al rischio di pervenire a un esito di vera e propria chiusura della struttura. Per questo i sindacati Fesica Confsal, Femca Cisl, Filctem Cgil, e Uiltec Uil hanno già trasmesso la richiesta di un incontro in via di massima urgenza a tutte le parti politiche ed economiche interessate, in primis, oltre all'azienda, agli assessorati regionali al Lavoro e alle Attività produttive, a Confindustria e alla finanziaria Friulia, che partecipa in Tirso. 

    "E non si può non tener conto del fatto - scrivono i sindacati - che il Gruppo Fil Man Made, cui la Tirso fa capo, oltre alla sede direzionale di Treviso, comprende importanti sedi produttive in Cina, Portogallo e Turchia, tutte giudicate sostenibili dal Gruppo, e che solo il sito italiano, cioè la Tirso, venga valutato, a causa dei costi più elevati, come unico punto debole e poco sostenibile" Per giovedì pomeriggio è convocata l'assemblea generale dei 270 lavoratori impiegato nello stabilimento di Muggia.

     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro