Friuli Venezia Giulia
    12 Agosto 2022 Aggiornato alle 22:00
    Economia & Lavoro

    Wärtsilä, i sindacati al ministro: "Incontro urgente"

    Intanto prosegue il presidio dei lavoratori presso lo stabilimento. Per i primi di settembre annunciata una nuova grande manifestazione cittadina
    Credits © Tgr Rai I sindacalisti della Wärtsilä sul palco di piazza della Borsa
    I sindacalisti della Wärtsilä sul palco di piazza della Borsa
    I tre segretari nazionali di Fim Cisl (Massimiliano Nobis), Fiom Cgil (Luca Trevis) e Uilm Uil (Michele Paiani) hanno inviato al ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti una richiesta di incontro urgente, per dare continuità all'incontro del 27 luglio scorso convocato per la vicenda Wärtsilä. Nella richiesta i sindacalisti ricordano "l'annunciato licenziamento di oltre 700 dipendenti tra diretti e appalti, e i tempi ristretti della procedura di legge". Infine, chiedono di conoscere i termini del progetto "Industria del Mare" annunciato dallo stesso Giorgetti proprio all'incontro del 27 luglio.

    Intanto a Trieste, mentre a San Dorligo della Valle prosegue il presidio dei lavoratori davanti allo stabilimento che il gruppo finlandese vuole azzerare dal punto di vista produttivo, i rappresentanti dei lavoratori hanno incontrato il sindaco Dipiazza. Il primo cittadino - fanno sapere i rappresentanti dei lavoratori - pur non nascondendo la difficoltà della situazione, ha confermato la piena disponibilità a sentire tutti gli attori (industriali e istituzioni) e ha garantito il massimo supporto per le prossime iniziative.

    Ed è in cantiere una grande manifestazione, aperta ai tutti i cittadini, per i primi giorni di settembre (probabilmente sabato 3): un modo di dare continuità ala pressione che negli ultimi giorni è stata esercitata nei confronti dell'opinione pubblica e delle istituzioni. Intanto, ammoniscono i rappresentanti dei lavoratori, "nessuno approfitti del periodo ferragostano per fare forzature rispetto alle sacrosante forme di protesta messe in campo: finora tutto si è svolto nella piena tranquillità e nel rispetto delle regole. Così vogliamo che continui. Noi continuiamo a vigilare comunque".


     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					

    Altri articoli da Economia & Lavoro