Frana in A23, riapertura nei due sensi di marcia con scambio di corsia

Lo smottamento tra Moggio Udinese e Amaro. Il masso caduto pesava 15 tonnellate. Per fortuna nessuna auto in transito al momento della frana

Frana in A23, riapertura nei due sensi di marcia con scambio di corsia
Rai
Il grande masso finito sulla carreggiata della A23 a Campiolo

Riapertura della carreggiata nord della A23 alla circolazione in entrambi i sensi di marcia con scambio di corsia.

I tecnici di Autostrade per l'Italia hanno completato la rimozione del masso, dei detriti e del guard rail danneggiato. Il masso caduto sull'A23 pesava 15 tonnellate per un volume di circa 6 metri cubi. Una fortuna - dicono i tecnici - che non ci fossero veicoli in transito al momento della frana.

Il collegamento con Andrea Saule

Masso sulla strada a Zapatocco di Pulfero TgrFvg
Masso sulla strada a Zapatocco di Pulfero

Smottamento anche nel Friuli Orientale. A Pulfero, nelle Valli del Natisone, in località Zapatocco un masso è caduto sulla carreggiata

E' transitabile una corsia dell'A23 in direzione Nord dopo la frana che questa mattina ha interrotto la circolazione. Secondo le verifiche condotte nelle ultime ore dalla Protezione Civile Fvg non risultano altre frane lungo l'arteria autostradale.

L'Autostrada A23 è stata chiusa nella mattina di lunedì primo aprile nel tratto fra gli svincoli di Carnia e Pontebba a causa di una frana; l'allarme è stato dato intorno alle 7 e 30. Prima di mezzogiorno è stato riaperto il transito lungo una corsia in direzione Tarvisio.

Si è reso necessario l'intervento dei vigili del fuoco per la messa in sicurezza. La frana si è verificata in località Campiolo, fra i comuni di Moggio Udinese e Amaro, subito dopo la galleria che segue l'area di servizio autostradale. Potrebbe essere stata messa in moto dalle forti piogge della notte e del mattino e, secondo alcuni esperti, sarebbe stata favorita dalla scossa di terremoto di 4.1 gradi della scala Richter che ha colpito le Prealpi Friulane nella notte tra il 27 e il 28 marzo. I massi caduti, alcuni dei quali di grosse dimensioni (fino a 6 metri cubi), si sono arrestati sul guard-rail che divide le carreggiate.

All'interno del tratto autostradale chiuso ci sono code di veicoli fermi. Sul posto sono intervenuti anche la Polizia stradale e il personale di Autostrade per l'Italia. Si sta procedendo, oltre che allo sgombero della frana dalla sede stradale, anche alla verifica dell'eventuale presenza di altre frane pericolanti nelle immediate vicinanze.

 

Fortunatamente nessuna delle auto in transito è stata colpita dai sassi, anche a causa del basso livello di traffico da e verso il confine di Stato di Coccau a quell'ora del mattino in una giornata festiva. Non risultano essere pervenute richieste d'intervento alla centrale di emergenza sanitaria Sores.

I veicoli in transito vengono deviati lungo la viabilità ordinaria tra Amaro e Pontebba.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO