Friuli Venezia Giulia
    11 Dicembre 2019 Aggiornato alle 19:49
    Società

    Affido familiare, una realtà da conoscere

    L''affido familiare in regione, dopo l'indagine su Bibbiano. Gli operatori ribadiscono: è uno strumento importante a difesa dei minori in pericolo

    Aggressioni verbali, persino minacce. L'ordine degli assistenti sociali del FVG sta assistendo a un fenomeno nuovo: la diffidenza delle famiglie nei confronti delle figure professionali che si occupano di affido di minori. 5/6 casi in meno di due mesi. Non un allarme - ci tengono a precisare dall'ordine - ma un fenomeno che ci fa riflettere. Tutto è iniziato dopo la vicenda di Bibbiano, in Emilia - l'inchiesta giudiziaria scoppiata a giugno - su affidi illeciti e presunte collusioni degli operatori. Licia Barbetta Presidente dell'ordine degli assistenti sociali chiede più attenzione da parte delle istituzioni, più investimenti sul sociale, più coinvolgimento. Un esempio sono le telecamere: con la legge regionale omnibus è stato finanziato l'acquisto per registrare i colloqui in caso di affidi. "Non siamo contrari a priori - spiega la presidente - ma è giusto confrontarsi".

    L'Anfaa - Associazione Nazionale famiglie adottive e affidatarie nazionale - ha appena diffuso una nota di riflessione: "vogliamo denunciare - scrive l'associazione - la gravissima generalizzazione del fenomeno. avrà gravi conseguenze sui minori stessi, sugli affidatari e sulle famiglie di origine"

    7.500 sono gli affidi in corso in tutta Italia; circa un centinaio a livello regionale. Sono situazioni delicate, delicatissime, ci ricordano più volte tutti gli attori che interpelliamo. Nel servizio, Aldo Becce - psicanalista che per 20 anni si è occupato di affidi, e ha lavorato per 10 anni nei servizi sociali di Muggia - difende lo strumento dell'affido. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Società