Friuli Venezia Giulia
    16 Ottobre 2019 Aggiornato alle 20:04
    Scienza & Tecnologie

    La glaciologa: "Entro il 2100 l'alta marea inonderà le rive di Trieste"

    A Trieste Next i temi dell'ambiente, ma anche neuroscienze e intelligenza artificiale
    di Elisabetta Zaccolo

    50mila visitatori in tre giorni, oltre 50 conferenze e incontri che hanno registrato il tutto esaurito, un pubblico curioso composto da tantissimi giovani, un grande successo per la nuova nave rompighiaccio Laura Bassi. Nuovo record di presenze per Trieste Next, che tornerà il prossimo anno. Tutta dedicata ai big data quest'ottava edizione, un tema affrontato sotto diversi aspetti. Affollatissimo l'incontro sulle relazioni tra le neuroscienze e l'intelligenza artificiale, discipline collegate perché studiano meccanismi alla base di processi cognitivi e di elaborazione che sono equivalenti e da pochi anni stiamo assistendo alla rivoluzione di un'intelligenza artificiale che sta eguagliando, ad esempio, la capacità di percezione visiva umana. Tanto che i computer sono già in grado, in alcuni casi, di emettere diagnosi migliori e più accurate dei medici. In primo piano anche i cambiamenti climatici. La velocità con cui stanno fondendo i ghiacci polari ha sorpreso anche gli scienziati.
    (nel servizio le interviste a Davide Zoccolan, della Sissa, e alla glaciologa dell'Ogs Florence Colleoni)
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Scienza & Tecnologie