Friuli Venezia Giulia
    20 Novembre 2019 Aggiornato alle 00:01
    Spettacolo

    Jazz and Wine of Peace, stelle e sapori nel segno della pace

    Conclusa un'edizione di assoluto rilievo. Il 60 per cento degli spettatori in arrivo da Austria e Germania, per una rassegna che punta anche ad ampliare il suo pubblico

    Venti spazi, quaranta concerti, più di cento artisti ad esibirsi tra i profumi del mosto che ancora ribolle in cantina: in tutto il Collio, Jazz & Wine of Peace è il rito gioioso fatto di musica e vitivinicoltura.

    Più del 60 per cento del pubblico viene da Austria e Germania, e l'età media è decisamente over 50, e per questo la direzione artistica ha inserito in cartellone anche quattro gruppi britannici di nuova generazione, tra cui "The comet is coming" che fonde Jazz con Techno e new-wave, uno spunto per i giovani. Quest'anno, dagli Stati Uniti, anche Dianne Reeves, la sua intensità vocale ricorda Ella Fitzgerald e Billie Holiday. 

    Il bilancio è di ottomila presenze, ma al di là dei numeri a trionfare è lo spirito: il jazz e il vino portatori di pace nel segno storicamente indelebile della Mitteleuropa.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Spettacolo