Friuli Venezia Giulia
    03 Giugno 2020 Aggiornato alle 20:34
    Economia & Lavoro

    Stop alle gite scolastiche, mazzata per tutto il settore turistico

    Lanci (Federalberghi): a Trieste rischiamo 100 mila presenze in meno, un conto da 10 milioni

    Una mazzata non usa mezzi termini Guerrino Lanci, presidente di Federalberghi Trieste. Lo stop alle gite scolastiche, solo al capoluogo, costerà 100 mila presenze perse in un trimestre. un conto da 10 milioni di euro, perché la sospensione di tutti i viaggi di istruzione decisa dal ministero non toccherà solo gli hotel: ci sono i trasporti, i ristoranti, i musei, fino ai negozi di souvenir.
    Trieste è tra le città che attirano più classi, ma sono tante anche quelle che scelgono Monfalcone, Grado, Lignano, Udine, Cividale, Venzone. 

    Qualche problema ci sarà anche per i presidi che dovranno applicare la misura. Per ora abbiamo solo un comunicato sul sito del ministero, spiega Teresa Tassan Viol, la presidente regionale dell'associazione dei dirigenti scolastici. siamo in attesa di un decreto o di una ordinanza, nel frattempo siamo tra l'incudine e il martello: annullando i viaggi siamo noi a dover rispondere di fronte alle agenzie e alle famiglie, che di solito hanno già versato una quota.

    Nel servizio l'intervista a Guerrino Lanci e a Clementina Frescura, della Associazione Presidi di Trieste e Gorizia. 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Economia & Lavoro