Comunità per minori, le ispezioni attestano la qualità del servizio

In Friuli Venezia Giulia sono un'ottantina e ospitano 800 ragazzi, per lo più stranieri non accompagnati

In Friuli Venezia Giulia sono circa 800 i minori che vivono in comunità, la maggior parte sono stranieri soli non accompagnati, i restanti sono stati tolti a famiglie incapaci o violente. Un numero pari allo 0,54% del totale dei minorenni, una percentuale superiore alla media italiana che si ferma allo 0,3%. "Non è mai capitato che fosse la povertà il motivo per cui affidiamo un bambino alle comunità", spiega il procuratore dei minorenni Leonardo Tamborini. Spesso la causa dell'allontanamento è l'indifferenza dice il procuratore di quei genitori che non si occupano davvero dei figli, non preparano da mangiare, non li portano a scuola e delegano il più possibile a chiunque. Sono ben 81 le strutture in regione. 

Ogni struttura che accoglie minori per problemi familiari costa alla collettività 5 volte di più rispetto alle quelle per stranieri non accompagnati. Sono 54 le comunità educative, distribuite per la maggiore parte a Udine, 33, 24 a Trieste, 15 a Pordenone, 7 a Gorizia, 2 a Portogruaro. Sono  27 le comunità che ospitano circa 600 minori stranieri soli non accompagnati. Ma chi controlla la qualità dell'accoglienza? La procura dei minori bussa senza prevviso alle porte delle comunità e nell'ultimo anno ne ha ispezionate 18.

(Nel servizio il procuratore Leonardo Tamborini)