Friuli Venezia Giulia
    30 Marzo 2020 Aggiornato alle 13:19
    Società

    In calo il numero di telefonate ai centri anti violenza

    Diminuisce il numero di telefonate ai centri anti violenza. Poco il margine di spazio che la convivenza forzata in casa lascia alle donne per poter chiedere aiuto

    A emergenza si somma emergenza. Quella da contagio e quella da violenza domestica. La casa infatti per molte donne non è un luogo sicuro. E in questo periodo di isolamento e convivenza forzata le chiamate ai centri antiviolenza sono crollate di oltre il 50 percento. Anche nella nostra regione, come spiega Maria De Stefano, dell'assocazione Voce Donna di Pordenone. 

    Il Dipartimento per le Pari opportunità ha anche lanciato una nuova campagna informativa per dire alle donne che "la porta per uscire dalla violenza è sempre aperta". I centri antiviolenza sul territorio continuano a rispondere 24 ore su 24. Così come è attivo il numero nazionale gratuito antiviolenza 1522, che tramite l'app scaricabile sul telefono si può contattare in sicurezza anche via chat.

     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Società