Friuli Venezia Giulia
    30 Maggio 2020 Aggiornato alle 10:17
    Economia & Lavoro

    Nel monfalconese riaprono Cimolai e Mangiarotti

    "In sicurezza ma dopo Pasquetta bisogna ripartire". Le posizioni dei rappresentanti delle Confindustrie regionali
    di Andrea Saule

    C'è chi chiede di riaprire tutta l'industria subito, e chi è più prudente. Le due anime di Confindustria regionale sono tuttavia d'accordo: dopo Pasquetta l'attività andrà ripresa, in massima sicurezza. Lunedì i vertici regionali saranno ricevuti dal presidente della Regione Fedriga e l'assessore alle attività produttive bini: un incontro dove si valuteranno anche i danni al comparto delle esportazioni. Per Anna Mareschi Danieli, presidente di Confindustria Udine, serve una graduale rapertura delle imprese subordinata al rispetto delle regole anticontagio. L'idea è quella di mantenere il più alto numero di possibile di lavoratori in smart working, per ridurre le possibilità di contagio. 

    Sicurezza chiesta anche da Unindustria Alto Adriatico che con posizioni più sfumate chiede la riapertura delle filiere oggi bloccate da dopo Pasqua. Gli industriali vogliono ricordare alla regione che la situazione varia da territorio a territorio e non è possibile adottare le stesse regole in tutta Italia. Intanto, sono 29 le ditte a cui è stata sospesa la produzione da parte della prefettura di Pordenone. Facevano parte delle 546 che avevano chiesto di proseguire l'attività in deroga al decreto, ma le domande son state bocciate.

    Nel monfalconese, autorizzate alla riapertura dal prefetto Marchesiello Cimolai e Mangiariotti, nella zona Lisert. Lavorano entrambe nel settore energetico. E intanto Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri , è ottimista sulla situazione a lungo termine: "Confidiamo che entro un mese potremo tornare alla normalità" ha detto agli analisti, precisando che per le riapertura si rispetteranno le decisioni delle autorità". 
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Economia & Lavoro