Friuli Venezia Giulia
    28 Maggio 2020 Aggiornato alle 07:13
    Cronaca

    Buio sui siti web che offrivano sostanze vietate e farmaci anti Covid

    Oscurate dai Nas di Udine e di Torino 14 pagine web. Fra le province di Udine e Pordenone individuati diversi acquirenti di preparati dopanti. Venivano offerte anche clorochina e idrossiclorochina
    di Giovanni Taormina

    Sono 14 i siti web collocati su server esteri che, con un operazione congiunta, i Carabinieri della sezione analisi del reparto operativo e dei Nas di Torino e Udine hanno oscurato.

    Sulle pagine web venivano effettuate pubblicità e l'offerta in vendita di medicinali sottoposti a particolari restrizioni all'utilizzo clinico.

    Scandagliando i siti, i Carabinieri del Nas di Udine sono arrivati ad un gruppo di acquirenti sia nel capoluogo friulano che nel pordenonese e da qui è partita  l'attività investigativa che ha consentito di raccogliere elementi di responsabilità nei confronti delle piattaforme on-line per aver posto in vendita illegalmente una molteplicità di medicinali con indicazioni terapeutiche contenenti principi attivi ad azione dopante, antidolorifica e per il trattamento della disfunzione erettile.

    Ultimo ritrovato, anche la vendita, anche in lingua italiana, di medicinali a base di clorochina e di idrossiclorochina, antimalarici il cui impiego è stato temporaneamente autorizzato dall'Agenzia italiana del farmaco per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da sars-cov-2.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca