Friuli Venezia Giulia
    02 Luglio 2020 Aggiornato alle 18:22
    Scienza & Tecnologie

    Esof 2020, programma ricalibrato tra Covid e presenze virtuali

    Presentati gli ospiti dell'evento che farà di Trieste la capitale europea della scienza. L'attualità della pandemia tra i temi chiave
    di Elisabetta Zaccolo

    Per recuperare i due mesi di stop ai lavori a causa del Covid si lavora anche il week end nei magazzini 27 e 28,  in quello che sarà il cuore del nuovo Trieste Convention Center, il centro congressi in grado di ospitare fino a 1850 posti e che sarà ultimato in tempo per l'avvio di Esof, il 2 settembre. Manifestazione ovviamente ricalibrata in chiave coronavirus. Non solo ampio spazio verrà dato ai temi legati al Covid ma degli oltre 150 eventi previsti, una settantina saranno virtuali, altrettanti in forma mista (in presenza e via web), una decina esclusivamente dal vivo. Una vera e propria sfida in questo momento storico, dove al mondo scientifico viene chiesta qualche certezza in più.

    Di Covid si parlerà con Thomas Hartung, tossicologo di fama mondiale. Tema:  l'impatto da infezione sul nostro cervello. Ma molto avranno da dire sul virus anche personaggi del calibro di Elena Cattaneo, senatrice a vita e nota per le sue ricerche sulla malattia di Huntington, la direttrice del Cern di Ginevra Fabiola Gianotti, l'immunologo Alberto Mantovani. Testimonial di Esof, l'astrofisica Marica Branchesi, lo scrittore e fisico Paolo Giordano, l'architetto Massimiliano Fukas. A chiudere la rassegna il Presidente del consiglio Conte. 

    (Nel servizio Stefano Fantoni, presidente della fondazione che organizza Esof)
     
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Scienza & Tecnologie