Friuli Venezia Giulia
    02 Luglio 2020 Aggiornato alle 18:22
    Cronaca

    Zeno D'Agostino di nuovo alla guida dell'Autorità Portuale

    Il Tar del Lazio ha accolto i ricorsi dello stesso D'Agostino e dell'ente e annulla il provvedimento dell'Anticorruzione
    di Sebastiano Franco

    Vacanze finite, ma era quello che voleva lui stesso e che aveva chiesto a gran voce la cosiddetta piazza, lavoratori portuali, gente comune e la politica, trasversalmente. Il Tar del lazio rimette le cose a posto ovvero Zeno D'Agostino sulla poltrona di Presidente dell'Autorità Portuale del mare Adriatico Orientale. Accolti entrambi i ricorsi, quello di D'Agostino e quello dell'ente, proposti dopo che l'Anticorruzione lo aveva destituito dal suo incarico per inconferibilità, in quanto già Presidente di Trieste Terminal Passeggeri quando fu nominato al Porto di Trieste.

    La sentenza entra nel merito e quindi il reintegro è immediato. La sentenza ha accolto soprattutto il primo motivo di ricorso, quello cioè nel quale veniva affermata la non applicabilità del divieto di conferire incarichi quando l'Ente che nomina (nella specie il Ministero dei trasporti) è diverso da quello (l'Autorità Portuale) che aveva nominato Zeno D'Agostino quale Presidente senza poteri di società partecipata dall'Autorità (la concessionaria TTP). Il Tar ha escluso, smentendo l'Anac, che la norma sull'inconferibilità possa essere applicata estensivamente, confermando così le tesi sostenute dagli avvocati dell'Autorità.

    Tutto questo si legge in una nota dell'Autorità Portuale dove si esprime soddisfazione per la sentenza. Il Tar ha rilevato anche che, in ogni caso, non erano stati esercitati poteri gestori da parte di D'Agostino in TTP, così da escludere l'altra lettura "estensiva" della norma da parte dell'Anac. Non ci sarà risarcimento perché, scrive il Tar, l'annullamento del provvedimento impugnato, con decisione resa in tempi brevissimi, elide il prodursi di qualunque tipo di danno di natura patrimoniale. Così Mario Sommariva ritorna infine al suo incarico di segretario generale.

    Le reazioni della politica. "Sono molto soddisfatto per la sentenza che restituisce Zeno D'Agostino alla presidenza del Porto in un momento così importante, che vede la chiusura della Ferriera e l'arrivo degli ungheresi nell'area dell'ex Aquila". Così il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza. "Il Tar ha fornito un chiarimento atteso e opportuno, si chiude una falla sconcertante", dice la deputata democratica Debora Serracchiani, che annuncia comunque il prosieguo dell'iter dell'emendamento che dovrebbe evitare in futuro che si ripropongano situazioni simili. Esprime grande soddisfazione anche l'ex sindaco di trieste Roberto Cosolini.
    
    					

    Potrebbero interessarti anche...

    
    					
    						

    Altri video da Cronaca